Dandandin.net - English   Dandandin.it - Japanese

Quanto dura la batteria di uno smartphone?

Sono le 10.22 e dopo aver ricevuto una lunga telefonata (15 minuti), mi ritrovo con il 46% di batteria. Alle 10 e mezzo di mattina. Tre ore dopo aver staccato il caricabatteria sono con meno di metà di energia rimanente.

A sinistra ho l'utilizzo batteria che Battery Eta raccoglie. Se si esclude Domenica (sono andato in spiaggia e ho lasciato il telefono attaccato al caricabatteria tutto il giorno), la durata media è molto deludente... 12 ore. Vuol dire che se in pausa pranzo mi dimentico di rimetterlo a caricare, dopo cena il telefono è morto.

È la batteria rovinata? No, si è sempre comportato così. Almeno questo modello di telefono (HTC Espresso), quando non prende molto campo (vedi screenshot: dove abito io ho una tacca di segnale con TIM) aumenta in modo ignobile la potenza di trasmissione, e la batteria cola a picco.

In condizioni ottimali dura circa 48 ore, ma dovrei trasferirmi in un nuovo appartamento, e non mi sembra l'ideale.

Potrei disattivare la sincronizzazione istantanea di gmail, quello aiuta parecchio, ma a quel punto potrei andare a giro con un Nokia 1100 con la batteria infinita.

A voi quanto dura la batteria? Sono curioso di sapere se sono un caso limite oppure se è normale che un telefono debba durare solo mezza giornata.

A me la nuova grafica di Windows 8 fa schifo

Nella biografia ufficiale di Steve Jobs c'è un passaggio che dice:

...Hertzfeld ricorda che quando Bill fece la sua dimostrazione tutti ne furono impressionati tranne Jobs. «Be', cerchi ed ellissi vanno bene. ma perché non provare a disegnare rettangoli con gli angoli arrotondati?» disse.
«Credo non ne abbiamo bisogno» replicò Atkinson, spiegando che era un'impresa pressoché impossibile «Volevo mantenere snelle le routine grafiche e limitarle alle figure essenziali che era davvero necessario produrre» ricorda.
«I rettangoli con gli angoli arrotondati sono dappertutto!» esclamò Jobs, scattando in piedi tutto infervorato. «Guarda questa stanza!» Indicò la lavagna bianca, la scrivania e altri oggetti che erano rettangolari con angoli arrotondati «E guarda fuori: ce ne sono ancora di più, praticamente ovunque si butti l'occhio.»

Se lo tirò dietro in una passeggiata, durante la quale indicò i finestrini delle auto, i cartelloni pubblicitari e i segnali stradali. «Nel giro di tre isolati, trovammo diciassette esempi» dice Jobs. «Li indicai ovunque li vedessi, finché si convinse del tutto.» 

All'epoca le capacità dei processori erano limitate, le interfacce per questo motivo erano molto grezze, eppure decisero di rendere l'interfaccia più attraente "smussando i bordi".

Fateci caso, moltissima grafica non ha i bordi netti.

Ma non in Windows 8.

Questa immagine riassume tutto:

Sono sparite le sfumature, sono sparite le ombreggiature, il bordo è una riga di 1 pixel che sarà quasi invisibile su un display "retina".

Vi piace? A me no.

Che succederebbe se...?

L'autore di XKCD, una webcomic "scientifica" ha creato un nuovo blog, "What if..." (=Che succederebbe se...) dove illustra domande assurde proposte dai lettori.

La domanda con cui inizia è "Che succederebbe se uno provasse a colpire una palla da baseball lanciata quasi alla velocità della luce?"

La cosa bellina è che risponde in maniera sia scientifica sia divertente:

 

Le pagine gialle sono inutili

Qualche settimana fa (forse qualche mese) sono arrivate le pagine gialle a casa mia, e sono rimaste imballate in un angolino a prendere polvere fino ad ora.
Le ho viste, le ho guardate, ed ho notato questo:


 

Sono una cinquantina di pagine!
In pratica sono assolutamente inutili! Ad occhio ci saranno solo 3-4 aziende per ogni categoria! (Non ho verificato perché le ho fiondate nel bidone della carta prima ancora di aprirle - si, ho tolto il cellofan prima di buttarle)
E pensate che ogni ditta ha pagato 500-1000 euro e oltre per avere il privilegio di essere elencata! Altro che investimento pubblicitario! Questi sono soldi persi!

Proprio l'anno scorso avevo scritto che in California le pagine gialle e l'elenco telefonico erano stati virtualmente uccisi.

Con questa mossa, anche in Italia sono stati virtualmente uccisi. Le pagine gialle contengono un numero così esiguo di aziende che non ha senso spulciarle, soprattutto con l'esistenza di Google, e con la nuova legge della privacy, sull'elenco telefonico ci finisce solo chi ne fa espressamente richiesta, pochissimi, quindi.

Rinnovo quindi il sondaggio che avevo fatto l'anno scorso: l'elenco telefonico / pagine gialle servono ancora?

Prima di buttarle via definitivamente, ho notato un qualcosa sulla copertina, questo:

L'applicazione delle Pagine Gialle! Decisamente più versatile, per cercare qualche numero

Peccato che, a vedere dallo screenshot, è una semplice trasposizione del libro stampato! Assurdo spulciarle anche virtualmente! Avrebbero dovuto ripensarle in una maniera leggibile ed usabile!

Che senso ha una cosa del genere?

Le major discografiche non hanno ancora capito come gira il mondo

Leggendo un articolo su Repubblica, appare proprio evidente come le major discografiche pensino di essere ancora negli anni '70.

Sto parlando di Payphone, dei Maroon 5.

In America è stata pubblicata su iTunes il 16 aprile, realizzando quasi 500mila download nella prima settimana.

Invece in Inghilterra hanno deciso di pubblicarla il 17 giugno, come se al giorno d'oggi la musica tornasse dalle indie verso il vecchio continente a bordo di una caravella spinta dal vento.

Cos'è successo?

Che una cover, pubblicata il 17 aprile, è entrata nella top10 delle vendite prima ancora che il brano ufficiale fosse disponibile!

Le motivazioni dell'attesa sono un mistero.

Che sia per proteggere le vendite dell'album collegato? Oppure per una campagna di marketing?

La morale è: se la gente vuole PAGARE una canzone, perché negarglielo???

Altrimenti la gente è obbligata a scaricare l'mp3 da eMule 3 mesi prima del rilascio ufficiale... che non si azzardino a dire che la pirateria influisce negativamente sulle vendite allora!


Statistiche

  • Interventi (357)