Dandandin.net - English   Dandandin.it - Japanese

All'inizio dell'anno, a lavoro, mi sono finite le scorte di rotoli termici del mio fax. Sono andato da prink e mi hanno chiesto la bellezza di 22 euro per un rotolo termico che a Shenyang avevo trovato a meno di 50 centesimi (e infatti ne avevo comprati parecchi).

22 euro sono parecchi, dato che a me un rotolo dura pochi mesi; con tutte le offerte commerciali indesiderate che ricevo! In media ogni giorno ricevo fax da agenti Wind, Vodafone, Tre, Tim, che mi illustrano le loro offerte; senza contare di offerte di vini, e anche un corso di giapponese a Firenze! (Ho buttato via il foglio, la prossima volta che me lo rimandano ne faccio una foto, chissà come hanno fatto ad avere il mio numero di lavoro!)

Quindi ho comprato un Fax inkjet della Brother, dato che hanno dei prezzi che sembrano regalati, in confronto alla concorrenza. Ne ho preso uno base a forma di fax, che in caso di emergenza può anche stampare.

La compro, la monto e mi trovo molto bene.

Dopo qualche mese mi ritrovo con il messaggio che le cartucce del giallo, magenta e ciano sono finite, mentre quella del nero è ancora al 20%!

Ma come??? Ho stampato ZERO pagine a colori! Proprio ZERO! Probabilmente questo fax mescola tutti e quattro i colori per fare il nero... oppure esegue pulizie periodiche notturne per mantenere gli ugelli puliti, sprecando moltissimo colore.

Sono andato a vedere quanto costa un set nuovo di cartucce: nemmeno fosse sangue di unicorno! Un set originale di LC1000 costa oltre 45 euro! Quasi come un fax nuovo! (Nota: il set di cartucce che regalano con una stampante nuova, sia inkjet che laser, dura molto meno del normale; la prima inizializzazione spreca moltissimo inchiostro)

Per fortuna che due set non originali di LC1000 costano meno di 10 euro (si, dieci cartucce tarocche costano come una originale)

Ma, ho trovato una soluzione ancor più economica:

Vedete quella finestrella trasparente? La stampante vede l'inchiostro rimanente con una fotocellula.

Basterà oscurare la finestrella con un adesivo o colorarla con un pennarello indelebile, e la cartuccia sarà vista piena per sempre. (Ma la stampante tiene anche un conto matematico, ogni tanto è meglio toglierla e rimetterla, la stampante penserà che è nuova ed azzererà il contatore)

Quindi, oscurando la finestrella del ciano, magenta e giallo, e la stampante stamperà in bianco e nero senza possibilità di sprecare gli inchiostri colorati! (avvertenza: a lungo andare, senza inchiostri, gli ugelli della testina a colori, non sostituibile, si surriscalderanno danneggiando irreversibilmente i canali del giallo, magenta e ciano - eseguire questa operazione solo se si vuole stampare in bianco e nero!!!)

Se state cercando un fax, per stampare esclusivamente in bianco e nero, ne consiglio uno laser, sempre brother perché sono fax che in caso di emergenza diventano stampanti, non il contrario, una stampante che in caso di emergenza può anche inviare fax. Nel secondo caso, per esempio la Epson BX305, le funzionalità fax sono molto, troppo limitate.

Se pensate di andare con cartucce compatibili, e di non usarlo mai come stampante, il fax inkjet a lungo andare può portare a far risparmiare qualcosa. (Gli inchiostri compatibili sono idrosolubili, una goccia di acqua rovinerebbe gli stampati)


Statistiche

  • Interventi (357)