Dandandin.net - English   Dandandin.it - Japanese

Arriva il tablet Apple? Yawn...

Evviva! Sta per avvicinarsi sempre di più la conferenza Apple! Cosa annunceranno? Quanto costerà il tablet Apple? Come si chiama? iTablet, iSlate, iPad? Qualsiasi cosa sarà, sarà un successo mondiale!

...

Da circa tre mesi praticamente tutti i blog che seguo via RSS mi hanno fatto una testa grossa come una casa, per un seguirsi infinito di rumors, improbabili fotomontaggi, una lista infinita di funzionalità, e tanto altro...

Quello che non capisco, è cosa ci sia mai di eccezionale in un tablet. Se vogliamo un tablet da usare con le dita, solo per andare su internet, c'è già il JooJoo. Se vogliamo leggere libri a giro, c'è già il Kindle, il Nook, e un'esagerazione di altri modelli.

Se vogliamo un rimpiazzo di un computer, c'è gia una soluzione da 5-6 anni. Per esempio il mio tablet HP TC4400. Con processore Core2Duo, ha tastiera completa, schermo girevole da 12", supporto per docking station, supporto per una batteria esterna, il tutto in un case in lega di magnesio leggerissimo. Un esempio di utilizzo è per le mie lezioni di giapponese: con la penna posso evidenziare e scrivere molto agilmente. Non voglio usare la penna? Bene, uso il trackstick, oppure anche il trackpad. Ed il tutto è eccezionale, quando abbinato al fantastico riconoscimento della scrittura di Windows 7 che riesce anche a leggere la mia calligrafia da gallina!

Non vedo cosa ci sia di innovativo in un tablet venuto fuori anni e anni dopo quelli della concorrenza.

Ma forse, come diceva un mio amico fanatico di Apple quando gli mostrai il mio fantastico tablet HP, quando Apple vorrà, toglierà qualche funzione e sarà un successone mondiale...

AGGIORNAMENTO: Alla fine è stato rivelato iPad. Si tratta di un maxi-iPod touch con processore a 1Ghz e schermo da 10".

Si piazza nella fascia di prezzo di un notebook, è grande come un netbook (eeepc), ma non può rimpiazzare totalmente un computer...

Sicuramente è molto meglio di un "netbook di fascia alta", però... io resto con il mio tablet HP con Core2Duo

I videogiochi fanno male? O no?

Come tutte le sere leggo l'RSS de la Repubblica, e trovo questa notizia:

www.repubblica.it/cronaca/2010/01/24/news/il_padre_ora_basta_playstation_e_il_figlio_sedicenne_lo_accoltella-2064868/

Terribile... padre e figlio stavano giocando insieme da ore, poi litigano e il padre spenge la console a forza. Succede sempre, no? Tipo, per esempio, quando si gioca a calcio e si perde 20 a 0. Al 21esimo gol viene sempre da arrabbiarsi e spengere, no?

Solo che questa volta il ragazzo è andato in cucina, ha preso un coltello da 40cm (!) e ha colpito il padre alla gola, per poi chiudersi in camera!

Per fortuna il padre si tamponato da solo la ferita mortale ed è stato messo in salvo dalla madre...

...

colpa dei videogiochi? O colpa degli utilizzatori di videogiochi? Anche se avessi perso 2 ore sull'RPG più difficile del mondo e mi spengessero la console pochi minuti prima del salvataggio, non riesco neanche a immaginare di uccidere una persona!

Forse l'utilizzo troppo prolungato, provoca gelosia, come in questa ragazza:

Traduzione: Sono le 3 di mattina e... mi tocca annoiarmi... vediamo dov'è il mio ragazzo se sta giocando con quei cappero di giochi. Ehi! Hai idea di che ore sono? Non ne ho idea... che vuoi?... ehi, ehi, ferma, fermaaaaaa!!! Vaff... vatti a trovare un lavoro, fannullone!

Beh, la distruzione di un oggetto costoso come la ps3 fa salire un po' la rabbia, però questo ragazzo se l'è un po' cercata, secondo me!

Questo post del blog è il primo a usare il nuovo sistema dei commenti, provali subito

La PS3 finalmente violata?

Con un post a sorpresa, Geohot annuncia di aver violato una volta per tutte l'hypervisor della PlayStation3, e di aver accesso in scrittura e lettura a tutta la memoria di sistema e a tutto l'hardware: in pratica può far tutto ciò che vuole con la Playstation 3! E non si tratta del semplice linux che tutte le Playstation3 eccetto la slim possono eseguire: in quel caso si tratta di una specie di "virtualizzazione" che non lascia utilizzare il processore grafico... insomma ci si poteva scordare qualsiasi cosa sia 3d

Che sia un falso? Assolutamente no! Sebbene sia giovanissimo, solo 20 anni, George Hotz - geohot, senza contare che ha vinto moltissimi premi per progetti di robotica, è stato il primo a sbloccare l'iPhone, che poi barattò con una Nissan 350Z! Uno scambio niente male, eh? Dopo aver sbloccato l'iPhone 2G, è stato anche uno di quelli che ha sbloccato il 3G... e anche il 3G-S! E poi ancora jailbreak per tutti gli iPod touch e sim unlock per tutti gli iPhone.

Quindi un genio dell'elettronica e dell'ingegneria inversa che a soli 20 anni ha creato più di un miracolo! Una fonte assolutamente sicura, direi!

L'unico dubbio che mi assale è che, secondo me, l'exploit sarà valido solo per la ps3 originale (non slim) dato che si parla di un bug dell'hypervisor (il motivo per il quale la ps3 slim non può far girare linux sta proprio nell'hypervisor)

Insomma, dopo oltre 3 anni, la PS3 è stata finalmente violata! Cosa cambia per noi? Niente, prima di tutto perchè mancano totalmente gli homebrew nativi per ps3 (diamo tempo al tempo - almeno 1-2 mesi) e poi perché l'exploit non è stato rilasciato perché la Sony potrebbe azzerarlo con un aggiornamento, anche se, con un po' di lavoro sarà possibile sempre girarci attorno, sempre secondo geohot

Comunque, congratulazioni a Sony, tre anni è un record assoluto per le console next-gen (se si pensa che la modifica hardware del Wii sfrutta lo stesso bug che c'era nel GameCube... un bug che esiste dal 2001... ed esiste tuttora!!!)... ed io che nel 2006 davo per scontata una immediata sconfitta di Sony, come scrissi nel vecchio forum...

Ecco perché, cascasse il mondo, non prenderò mai più un bus

Scrivo questa "lettera di protesta" a distanza di quasi un mese, per fare sbollire la rabbia che avevo dentro, e scrivere "a sangue freddo".

Per il Capodanno 2010, il Comune di Firenze, ha pensato di fare le cose in grande; concerto gratis di Lucio Dalla, Irene Grandi, e i Negrita in piazza della Stazione, con il treno alta velocità Frecciarossa gratuito che porta a Bologna in poche decine di minuti per sentire altri musicisti.

Una idea fantastica, i Negrita e Lucio Dalla che si "scambiano i posti" e fanno contemporaneamente un concerto gratuito prima a Firenze e poi a Bologna, ed il biglietto del Frecciarossa era pure gratuito! (Se si è avuta MOLTA fortuna... e pazienza)

Ma iniziano i problemi... prima di tutto sono stati consegnati più biglietti di quanto il Frecciarossa possa contenere... e poi ci si rende conto di eventuali problemi di orario, come dice la Repubblica:

Ironia della sorte, però, i bolognesi che ieri hanno deciso di ritirare i 300 biglietti (cento in meno rispetto ai 400 posti disponibili inizialmente, perché 100 saranno riservati allo staff dei cantanti e alla stampa) per salire sul Frecciarossa diretto a Firenze nella notte di Capodanno non vedranno un minuto del concerto di Dalla. Chi parte da Bologna alle 23 infatti lascia le Due Torri prima che l'artista salga sul palco di Piazza Maggiore, ed arriva a Firenze dopo che ha già lasciato piazza Santa Maria Novella. In compenso potranno vedere per ben due volte i Negrita, che aprono la notte di San Silvestro a Bologna alle 21 e che lo chiudono a Firenze alle 23,40.

... ma va bene, pare un problema da poco.

Poi, il Comune, sebbene la festa di Capodanno sia stata organizzata da tempo, con sole 48 ore di preavviso, sequestra tutte le biciclette parcheggiate dei pendolari! Come a lanciare un messaggio che la prossima volta si muovano in macchina e contribuiscano anche loro al traffico e all'inquinamento! Se rivogliono la bicicletta, paghino la multa e la prossima volta vengano con il loro mezzo motorizzato a Firenze, invece che prendere il treno e muoversi con un mezzo ecologico!

... ma va bene, magari si sono dimenticati di affiggere le notifiche di rimozione in tempo...

L'organizzazione dell'evento ha comunque pensato a tutto, per esempio: "Come facciamo a far parcheggiare tutti gli automuniti che vogliano venire al Concerto?"

Dunque, prima di tutto chiudiamo TUTTI i parcheggi a pagamento del centro, in questo modo limitiamo il traffico nella zona; basterà far parcheggiare gratuitamente in periferia, e poi con ben otto linee di bus navetta gratuite, porteremo tutti al concerto!

Si! Evviva! Non dovremo perdere ore a cercare un parcheggio improbabile in centro! Andiamo tutti ad aspettare il bus gratis al parcheggio scambiatore!

Quindi, con i miei amici, vado tutto contento ad aspettare il bus, alle 22.40. "Ehi, guarda che folla che c'è, mi sa che passerà tra poco!" - dico guardando le centinaia di ragazzi che aspettavano in mezzo di strada il bus! "Mi sa che forse dovremmo aspettare il prossimo, chissà se il bus riuscirà a caricarci tutti", si sentiva dire.

Passano i minuti... e niente arriva. Con il mio cellulare Android, vado subito a cercare informazioni sul sito Ataf... si, si, le navette hanno una frequenza di 20 minuti, dalle 21 alle 4 del mattino...

"Beh, è passato quasi un quarto d'ora... si vede che l'abbiamo appena perso", penso.

Alle 23.30 gli animi si fanno pesanti, si comincia già ad inveire contro l'Ataf, ma vabbé, è normale che i bus siano in ritardo di 40 minuti.

All'avvicinarsi della mezzanotte si comincia veramente ad arrabbiarsi: chi dice che appena arriva il bus inizierà a staccare i sedili; chi spacca le bottiglie di birra e di spumante in terra; chi vuole dare fuoco al bus, ed altri intenti non proprio nobili... ma tutti si spera che il bus passi per farci fersteggiare con la folla in piazza stazione, ma alla fine, abbiamo passato tutti il capodanno alla fermata del bus! Beh, potremmo dire che abbiamo aspettato un anno alla fermata!

A mezzanotte e mezza ancora niente traccia del bus... se continuiamo così ci perdiamo tutto il concerto dei Negrita!

Quindi, cosa facciamo? Semplice, prendiamo la macchina ed andiamo in centro, parcheggiando su un bel marciapiede! Veloce, facile e sempre gratuito! Chi ce l'ha fatto fare di andare col bus? Per quale motivo avremmo dovuto contribuire alla riduzione del traffico? Come intento per il nuovo anno mi pongo di NON ridurre il traffico e l'inquinamento! (Come ho scritto a capodanno su twitter )

La domanda è: per quale motivo il Comune ha speso milioni per pubblicizzare, via email, per la strada, sulle tv locali, una iniziativa che NON ESISTEVA???? Pensavate che fosse una buona idea per pubblicizzarsi? Se dite dalle 21 alle 4 con frequenza di 20 minuti, come mai dalle 22 alle 1 non è passato NESSUN bus, in nessuna direzione????? Capisco che far lavorare 32 autisti a capodanno è estremamente costoso (8 linee con frequenza di 20 minuti richiedono almeno 4 autisti a linea), ma in tal caso dovevate dire: "dalle 21 alle 4, escluso dalle 21.30 alle 3.30"

Semplice, perché non vi interessa offrire un servizio di trasporto pubblico!

Per esempio, quando andavo alle Superiori, c'era una comoda linea che passava esattamente sotto casa mia. Perfetta! Ho subito fatto l'abbonamento. Il bus arrivava a scuola alle 7.50, con tutto il tempo per entrare comodamente alle 8.05. Nel caso perdessi il bus, ne arrivava un'altro alle 8.09, sempre in tempo per entrare a scuola. Per il ritorno, uscendo alle 13.50, prendevo sempre la solita linea delle 14.05. Perfetto! L'abbonamento studentesco del bus è molto più economico che andare a scuola con il motorino!

Poi, un giorno, arrivarono i nuovi orari del bus: arrivava a scuola alle 7.40... un po' troppo presto... e quello successivo passava alle 8.15... troppo tardi! E per il ritorno c'era il bus alle 13.48, ovvero due minuti prima dell'uscita da scuola, con quello successivo alle 14.26! E a scuola c'era il capolinea del bus, quindi, non c'erano problemi di coincidenze, o altro, l'Ataf ha intenzionalmente sabotato la linea che dal mio quartiere mi portava a scuola. noi studenti ci organizzammo, mandando lettere di protesta... ma niente. La risposta fu: chiedete alla scuola di uscire prima. E la stessa risposta anche dalle altre compagnie di trasporto extraurbano come Sita e Lazzi!!! A cosa serve una linea con il capolinea davanti a DUE SCUOLE, se, intenzionalmente, è stato fatto in modo che la linea non sia usata per andare a scuola???

Ovviamente, tutti noi studenti abbiamo risolto con il metodo più veloce: il motorino, 5 minuti contro i 30 del bus...

In teoria, andare a scuola con il bus non è un gran problema: uno esce di scuola con tutta calma, aspetta un paio di minuti e poi si mette a sedere per tutto il tempo, risparmia sulla benzina, non prende la pioggia, chiacchiera con gli amici, copia fa i compiti, è più sicuro, ecc... Ma se, dopo una dura giornata di studio, bisogna aspettare 36 minuti sotto qualsiasi condizione atmosferica, perché i dirigenti della compagnia non ascoltano le nostre necessità e non possono far aspettare 2 minuti il bus per noi, chi ce lo fa fare di tornare a casa dopo oltre un'ora, quando con il motorino potremmo esserci dopo soli 5 minuti?

Fuori dall'Italia, cerco sempre di prendere il bus, perfino in Cina, dove prendere il taxi costa 1-2 euro, prendevo sempre il bus: all'estero è un servizio per il pubblico, in Italia sembra che sia una scusa per mantenere qualche migliaio di lavoratori...

Finalmente anche l'iPhone avrà la tastiera fisica!

Engadget ci rivela che al CES di Las Vegas è stata appena presentata una tastiera per l'iPhone, per scrivere in tutta comodità senza usare lo scomodo touchscreen per testi molto lunghi. Geniale, l'unico problema è che, grazie alle solite limitazioni di Apple funziona esclusivamente con il programma fornito.

Comunque, dal nome originale iType, è molto facile da usare, basta inserire l'iPhone nello slot e usarla ovunque, a scuola, sul bus, in macchina mentre guidiamo, e in tutti quei posti dove è difficile usare lo schermo, grazie alle sue dimensioni contenute:

Oh no!

Oh no! Un po' troppo grande!

Comunque, sullo sfondo vedo un'altro tipo di tastiera, più interessante... una tastiera musicale! Potrebbe essere interessante comporre/suonare musica con il proprio telefono, mentre si è a giro! Si chiama iDiscover, ed ecco una foto più dettagliata:

iDiscover

Sempre Engadget ci rivela che questa tastiera musicale può essere anche usata come periferica MIDI, usandola quindi per comporre musica a tutti gli effetti, su Mac e PC!

Il costo? Non dichiarato... (suppongo si aggiri sulle centinaia di euro, come la maggioranza degli accessori "premium" per iPhone)

Arrivano le femtocelle!

Arrivano le femtocelle!

No, no, tranquilli, non vi preoccupate! Le femtocelle sono piccoli ripetitori di cellulari da posizionare in casa. Si, c'è chi farebbe di tutto per NON avere un ripetitore di cellulari sopra o vicino casa, e c'è chi paga per averlo in casa.

Il motivo non è la recente scoperta che le radiazioni dei cellulari potrebbero fare bene contro l'Alzheimer, ma ragioni più pratiche:

  1. Avere segnale in zone rurali
  2. Risparmiare con le telefonate

La prima strada è quella che praticamente tutti gli operatori del mondo escluso quelli italiani stanno battendo: perché pagare migliaia di euro per piazzare un ripetitore quando c'è gente che paga 350$ una tantum + 40$ al mese per avere un ripetitore in casa? (Femtocelle americane)

Il segnale del cellulare poi passa attraverso la linea internet come sta accadendo anche per le linee tradizionali. Ogni ripetitore ufficiale, però, possiede una antenna GPS per verificare la sua posizione ed evitare utilizzi illeciti.

Ma, con la tecnologia di oggi, crearsi un ripetitore in casa non è più fantascienza, come spiega OpenBTS, un progetto opensource per condividere le conoscenze al fine di realizzarsi un ripetitore autonomo... e infatti, oggi, MagicJack ha presentato la sua femtocella-voip, che con 40$ ti permette di telefonare via VoIP da qualsiasi cellulare GSM, anche il più vecchio!

In pratica, il cellulare vede il tuo "finto ripetitore" come ripetitore da utilizzare, e lo usa per telefonare, facendo passare le telefonate da internet! Fantastico!!!

Niente più linea telefonica tradizionale in America?

A quanto pare, negli USA, AT&T sta pensando di abbandonare la linea telefonica tradizionale in favore di linee basate su internet (voip)

Sarà una scelta intelligente? Secondo me assolutamente no, è la stessa cosa che ho risposto all'operatrice Telecom che mi ha telefonato quasi obbligandomi a scegliere alice casa, quella cavolata dove le telefonate passano su internet

  • Oper.: Salve, telefono per conto di Telecom, come ringraziamento per essere un cliente di lunga data, le proponiamo di non pagare più il canone ed avere la nuova linea digitale
  • Io (stizzito in partenza per come l'introduzione sia stata ingannevole): Ah, si tratta di quel servizio schifoso che fa passare le telefonate su internet, con ritardi nella voce fino a 2 secondi, a seconda del traffico di rete che c'è?
  • Oper.: Beh... no, è la nuova linea digitale che va a sostituire le vecchie linee, ormai vecchie di 50 anni
  • Io (intenzionato a prendermi gioco di lei): Ah, e quanto mi date?
  • Oper.: Beh, avrebbe una linea fino a 20Mbit, e...
  • Io: No, intendo di soldi, ogni mese
  • Oper. (Ancora non ha capito che la sto prendendo in giro): Ah, per la linea da 20mbit sono 48,5 euro al mese
  • Io: Ah, bene, e come me li date? Mi spedite un assegno ogni mese oppure mi fate un bonifico ricorrente sul mio conto in banca?
  • Oper. (Spiazzata): Come, scusi?
  • Io: Certo, mi dovete dare dei soldi, no? Altrimenti quando devo usare il cellulare per telefonare nel caso che la linea sia troppo congestionata, o quando salta la corrente, chi mi rende i soldi? Oppure se il mio fax ha problemi nell'invio di pagine se magari usate una compressione troppo elevata, e devo usare un servizio esterno a pagamento?
  • Oper.: Beh... nel caso salti la corrente è normale usare il cellulare,  e comunque può mandare le e-mail invece dei fax, no?
  • Io: Prima di tutto, il telefono normale funziona anche in caso di blackout, e poi, per il discorso del fax, lo vada a dire a tutti gli uffici pubblici, e pure a voi, dato che se vi si vuole mandare un reclamo bisogna mandarlo per fax!

A questo punto l'operatrice ha iniziato a dire a ripetizione "Beh, non so che dire, se a lei piace spendere di più per avere di meno..."

Io, preferisco pagare per qualcosa che funziona, e voi?


Statistiche

  • Interventi (357)