Dandandin.net - English   Dandandin.it - Japanese

L'altro giorno leggevo sul blog di pangora (che adesso è diventato become.com - uhm, in inglese il gioco di parole rende meglio: "pangora has become become.com" LOL), una ditta che gestisce i famosi "comparatori di negozi online", stile buycentral, costameno, ecc...

Avendo un portale che registra migliaia di accessi, hanno pensato bene di mettere un bel link al sito della Croce Rossa, dove uno può andare e donare per le vittime dello tsunami in Giappone.

Che risultato ottengono? Una bella diffida!

1.    L’utilizzo dell’Emblema di Croce Rossa è regolato innanzitutto dalla
prima Convenzione di Ginevra del 1949, ratificata in Italia con la legge n.
1739 del 27 ottobre 1951, che all’art. 53 sancisce, in particolare, il principio di esclusività dell’uso dell’Emblema. L’uso dell’Emblema o della dicitura Croce Rossa  – o di qualsiasi segno o dicitura che ne costituisca un’imitazione – da parte di individui, organizzazioni, aziende o società sia pubbliche che private, che non siano tra quelle autorizzate dalla stessa Convenzione, è definitivamente proibito, indipendentemente dall’uso che se ne intenda fare. La protezione del principio di esclusività viene affidata dal successivo art. 54  alle legislazioni nazionali, a norma del quale gli Stati firmatari della Convenzione, che non lo avessero già fatto, devono adottare le misure necessarie a garantire la prevenzione e la repressione degli abusi.
2.    In Italia la tutela dell’Emblema di Croce Rossa è regolata dalla legge 30
giugno 1912, n. 740 che, all’art. 1, dispone che “Chiunque, senza autorizzazione del Governo, adopera, come emblema, la Croce Rossa in campo bianco, o fa uso della denominazione  di “Croce Rossa” è soggetto a sanzioni, anche penali, qualora il fatto costituisca reato”.
Ciò premesso, nonostante il potenziale risvolto positivo della Sua iniziativa, si diffida formalmente codesta Società a rimuovere con cortese urgenza dal sito http://www.buycentral.it/ il richiamo alle donazioni su quello della Croce Rossa Italiana.

Bisogna notare che questa si tratta di pubblicità gratuita, e non una finta pagina di donazioni stile "dai i soldi a noi, che poi li diamo a loro", e anzi, c'è gente che paga centinaia di euro pur di aver un link su un sito PR5.

Bravi avvocati! Avete trasformato pubblicità gratuita e positiva in pubblicità negativa!


Statistiche

  • Interventi (357)