Dandandin.net - English   Dandandin.it - Japanese

Come usare WhatsApp Web su Firefox

Aggiornamento: hanno cambiato qualcosa proprio in questi giorni! Adesso è possibile usarlo senza alcun problema anche su Firefox. Lascio il vecchio articolo per eventuali problemi futuri


Come saprete, WhatsApp Web funziona esclusivamente su Google Chrome... o almeno questo è quello che ci dicono! Non so se hanno messo una limitazione del genere grazie a qualche "assegno" che Google ha dato sottobanco, oppure perché, in carenza di personale o di fondi, l'hanno provato solo su Chrome (si può capire, d'altronde è una società valutata solo 20 miliardi di dollari).

La verità è che su Firefox funziona benissimo, ecco qua come attivarlo:

Prima di tutto scarichiamo UAControl.

Installiamola e riavviamo Firefox. Poi cerchiamo "chrome user agent" su Google e clicchiamo sul primo risultato. Copiamo l'user agent (una stringa che identifica il browser) dell'ultima versione di Chrome. Poi andiamo su UAControl e aggiungiamo l'user agent di Chrome per la pagina "web.whatsapp.com"

Voilà! Magicamente adesso WhatsApp Web funziona anche su Firefox!

Dopo l'appaiamento:

E funzionano anche le notifiche:

La cosa più assurda è che se vado a vedere sul mio BlackBerry Z10, WhatsApp dice che è connesso a Firefox!!!

Come la Tre ha riguadagnato un cliente

Poche settimane fa ho scritto come la Tre avesse perso un cliente ostinandosi a propormi un contratto decisamente fuori dalle mie esigenze, malgrado conoscessero i miei consumi e abitudini tariffarie.
Poi trovo questa pubblicità sul mio Facebook (qua a destra)
500 minuti di chiamate verso USA e Cina + 1 giga di internet MENSILI (non i risicatissimi 250 mega settimanali delle loro opzioni tradizionali!!) a soli 5 euro al mese!!! Nemmeno col VOIP c'è verso di spendere di meno!!
Visto che Noverca filtra BBM e i servizi push di BlackBerry senza alcun motivo valido (per BB10 non c'è bisogno di un abbonamento speciale come con i vecchi BlackBerry), e visto che continuano ad ignorare le mie richieste di aiuto via Twitter, sono già andato in un negozio Tre a fare il passaggio. Ottimo marketing, Tre!

Occhio a iMessage per Android

Nei giorni scorsi è uscito iMessage per Android.

Effettivamente funziona: il problema è come funziona.

Visto che Apple non permette la chat tra dispositivi non propri, i messaggi vengono inviati a un Mac Mini situato in Cina, da dove poi vengono smistati.

L'app è gratuita e non mostra nessun banner pubblicitario. Questo fa venire in mente una cosa. Questo "Daniel Zweigart" spende almeno 100 euro al mese per ospitare il suo Mac Mini in un datacenter: come fa a pagare le spese?

Ci sono due opzioni:

  1. è un filantropo e lo fa solo per la gloria
  2. è un metodo per rubarvi l'Apple ID

Ora, se il vostro Apple ID è "finto" come il mio, registrato senza carta di credito giusto per scaricare il singolo della settimana da iTunes, non ci sono problemi.

Se il vostro Apple ID è vero, il furto della password porta a questi problemi:

  • Potrebbero comprare a vostre spese migliaia di euro in app, magari fatta da "amici loro"
  • Potrebbero guardare tutte le foto scattate nel rullino dell'iPhone
  • Possono bloccarvi l'iPhone giusto per divertimento, trasformandovelo in un simpatico soprammobile da 700 euro
  • Possono resettarvi da zero l'iPhone
  • Potrebbero anche formattarvi il Mac, come è successo a quel giornalista di Wired che ha perso anni e anni di foto personali
  • Possono accedere alle vostre password di tutti i siti visitati salvati nel portachiavi, se siete stati così pazzi da sincronizzarlo sul cloud
  • Possono accedere ai file salvati su iWork, se avete salvato qualcosa sul cloud
  • Possono mandare messaggi pubblicitari ai vostri amici su iMessage
  • Possono far finta di essere voi, e truffare i vostri amici su iMessage
  • ecc...

 

Ps: funziona benissimo su BlackBerry 10, ma non è stato inviato su BlackBerry World. Per scaricarlo collegate il vostro account di Google Play su barinstall.com.

Come scaricare Whatsapp per PC

Sicuramente avrete visto questa pubblicità a destra dove viene promesso il download di Whatsapp per PC: come funziona?

 

La pubblicità di per sé è una truffa: quando si clicca si apre una nuova finestra che ci suggerisce di abbonarci a un servizio di suonerie a 5 euro settimanali. Una volta abboccati, rimane la pagina delle istruzioni: il famoso "Whatsapp per PC" non è altro che Bluestack, un emulatore di Android.

 

In questo modo, sul vostro computer viene emulato un nuovo cellulare Android con Whatsapp: è vero che potete chattare usando il vostro PC, ma l'app sul vostro telefono sarà disattivata! (fonte)

 

C'è un altro modo per avere Whatsapp sul PC?

 

Se vi siete registrati da molto tempo, c'è un modo, si chiama Wassapp, è un client non ufficiale creato da Waninoko, un (ex)hacker Wii.

 

Non sapete i vostri dati di accesso? L'username è il numero di telefono, mentre la password è il seriale della scheda wifi se usate un iPhone, o l'IMEI se usate un telefono Android. (Se il vostro account è stato creato da poco, però, la password è stata generata in un altro modo, chiudendo questa falla)

 

Adesso vi dico la ragione principale per smettere di utilizzare Whatsapp: l'username è il numero di telefono, che tutti conoscono. La password è l'IMEI, scovabile in un secondo digitando *#06#. Questo vuol dire che, teoricamente, se prestate il vostro telefono ad un amico "furbetto", in meno di cinque secondi lui potrebbe trovare la vostra password di Whatsapp, e leggere e inviare messaggi a vostro nome, con comodo, dal suo PC di casa!!!

 

Come farsi rubare il telefono stando comodamente seduti a casa

(e magari nel frattempo farsi svuotare il conto)

La scorsa settimana mi hanno regalato un altro BlackBerry Z10. Avendone già uno, ho deciso di venderlo. Su ebay non ho avuto buone esperienze di recente, poi non mi va giù il fatto che alla fine loro si intaschino una bella percentuale, quindi l'ho messo su Subito.it e su ebay annunci.

Solo sette minuti dopo mi arriva un messaggio! Emozionato, lo apro subito:

Proviene da "g.....a.g.....n.....e...r....[email protected]" (uhm... che indirizzo poco sospetto: su gmail i punti vengono ignorati, è stato fatto apposta per fare in modo che l'indirizzo non sia trovabile su Google, il vero indirizzo è [email protected]) e dice "Mi interessa l'annuncio, è ancora valido?"

Rispondo da un account di posta farlocco: "Certo che l'annuncio è ancora valido, è stato pubblicato meno di 10 minuti fa"

Ed ottengo subito una risposta (da una mail diversa, [email protected]) che mi spiega che il tizio è italiano, ma per lavoro si trova ad Abidjan, ed è talmente interessato al mio Z10 da essere disposto a pagare ben 100 euro in più al prezzo da me chiesto, purché io lo spedisca subito con le POSTE ITALIANE.

Qua capisco subito che il tizio non è affatto italiano, altrimenti non mi avrebbe MAI chiesto di spedire una cosa così costosa in un paese così lontano usando le POSTE ITALIANE! wink

Comunque, rispondo "certo, invia i soldi a questa email, e ti spedisco il telefono in giornata"

Pochi secondi dopo mi arriva una mail phishing proveniente da [email protected] (c'è crisi, PayPal non può permettersi una mail professionale, deve usare yahoo mail) che mi avvisa in italiano super sgrammaticato che sono arrivati i soldi sul mio conto! Devo solo cliccare e inserire la mia password di PayPal per accettare il pagamento. wink

Fico, in questo modo il truffatore non solo si prenderebbe il mio telefono gratis, ma con la mia password di PayPal potrebbe anche fare shopping a mie spese!

Clicco il falso link nella falsa mail e mi ritrovo su un falso sito dove, inserendo la mia falsa email con una falsa password tipo "ohnocisonocascato", vedo che il falso pagamento è stato accreditato sul mio falso account, wow!

Rispondo "wow, che pagamento veloce! Te lo spedisco subito con le poste italiane, arriverà sicuramente in breve tempo"

Non capendo l'ironia, mi risponde "Grazie! Spediscilo a:

Nome: CHANTAL  KOUAKOU
Indirizzo: COCODY RUE DES PRINCES LOTTO:748
Indirizzo postale:12 BP 2479
CITTA ': ABIDJAN
PAESE: Costa d'Avorio
TEL: +225 66751492

Rispondo: Aspettalo con impazienza, arriverà

Ps: qualcuno è interessato a un BlackBerry Z10 Nero, nuovo e sigillato?

Springpad per BlackBerry 10

Come avrete letto nei miei scorsi post, sono un patito di Springpad.

Sfortunatamente, per ora non c'è l'app di Springpad per BlackBerry 10, quindi sono rimasto un po' appiedato.

Certo, BlackBerry 10 si integra nativamente con Evernote, sincronizzando automaticamente le note, i promemoria e le note vocali, ma a me Evernote non piace.

Per fortuna, come ho scritto nel post precedente, è possibile installare la maggior parte delle applicazioni per Android.

Ecco qua come funziona Springpad su BlackBerry 10:

Purtroppo, ha due limitazioni importanti:

  1. Per ora i "condividi" sono confinati all'interno del sottosistema Android. Quindi, potete condividere pagine e notizie da e verso altre app Android, come Taptu, ma non potete condividere da e verso le app "native". Questa limitazione, però, dovrebbe essere rimossa con l'arrivo di BlackBerry 10.2, tra un paio di mesi.
  2. Non supporta le notifiche push:

Per ora mi accontento, se voglio fare un "condividi", lo posso comunque fare a mano con il copia e incolla, e non faccio un gran uso delle notifiche.

Se volete provarlo, scaricate Springpad già convertito e caricatelo a mano sul vostro device seguendo questa guida:

Springpad 4.0.3

Springpad 4.0.4

Springpad 4.0.5 (viene erronamente riconosciuto come un widget e non viene convertito correttamente)

Come installare applicazioni Android su BlackBerry 10

demoSe avete un telefono con BlackBerry 10, come lo Z10 o il Q10, sentirete la mancanza di qualche app: d'altronde il sistema operativo è stato lanciato al pubblico meno di tre mesi fa, quindi, eccetto per le app superpopolari come Twitter, Facebook, e similari, c'è qualche carenza.

Se a lungo termine il problema sarà sicuramente risolto grazie al fatto che le app per BB10 possono essere programmate praticamente con qualsiasi linguaggio di programmazione, a breve termine il problema rimane, come facciamo?

Fortunatamente, all'interno del sistema operativo c'è un simulatore di Android 2.3 (sarà aggiornato a Jelly Bean tra pochi mesi)

Possiamo metterci le app che vogliamo?

La risposta è sì!

Ci sono alcune limitazioni, in particolare non funzionano:

  • Le app che accedono direttamente all'account di Google senza chiedere la password (es: Gmail, Google+, app che usano la protezione antipirateria di Google Play)
  • Le app che gestiscono rubrica e/o sms
  • Launcher (li potete installare ma, se lo fate, perderete la possibilità del multitasking sulle app Android)
  • Widget e Live wallpaper (senza launcher erano comunque inutili)
  • App che gestiscono Rete e APN
  • App che contengono molteplici app (come per esempio le ultime versioni di Google Maps, che contengono 4 app)
  • App che si interfacciano con Google Maps (a meno che non installiate Google Maps)
  • App che installano o disinstallano pacchetti
  • App che si interfacciano direttamente con il sistema audio (Skype, Shazam, Videogames)
  • Tastiere virtuali

In generale, la maggior parte delle app funzionano, per i giochi la probabilità è un po' più bassa, ma provare non costa niente wink


Prima parte: trovare l'APK dell'app Android


Se avete un telefono/tablet con Android vi basta usare ES File Explorer per recuperarlo, altrimenti potete usare BlueStacks, ma ci sono decine di altri metodi, possiamo discuterne sul forum.


Seconda parte: convertire l'APK di Android in un BAR di BlackBerry 10


Per convertire l'app, potreste seguire la via lunga, registrarvi come programmatori, installare una marea di programmi a linea di comando e bestemmiare per un weekend intero, oppure potreste semplicemente usare il servizio automatico offerto da  apk2bar.unker.net.

Esatto, basta dare in pasto il vostro APK al sito http://apk2bar.unker.net/ e in pochi minuti vi ritroverete il BAR pronto per l'uso laugh


Terza parte: attivare la modalità sviluppo
 

Aprite le impostazioni e selezionate "Protezione e privacy"

Adesso, selezionate "Modalità sviluppo"

Selezionate "Utilizza modalità di sviluppo"

Adesso sarete forzati ad impostare una password per il vostro dispositivo: infatti, quando la modalità di sviluppo è abilitata è possibile aggiungere, lanciare, terminare, "spiare" le app, il browser e, in alcuni casi, modificare il loro comportamento: se fosse possibile abilitarlo senza password sarebbe pericoloso.


Quarta parte: installare il nostro BAR


Una volta che avete attivato la modalità di sviluppo sul vostro dispositivo, potrete installare tutte le applicazioni che volete.

Installate questa estensione di Chrome, scrivete l'indirizzo IP nelle opzioni (se non lo conoscete, seguite questa guida) e poi accedeteci scrivendo come indirizzo https://indirizzo.ip/  (ricordatevi di mettere la S dopo http)

Scrivete la vostra password, ed adesso potrete installare tutti i BAR che volete!

Se non avete capito bene, discutiamone sul forum.

Come avere KeePass sincronizzato automaticamente su BlackBerry 10

Usate KeePass e avete uno smartphone con BlackBerry 10?

Sapete che potete sincronizzare il database delle password automaticamente con il computer via Dropbox?

Come fare?

Vi serve:

  1. KPD, è una versione leggermente modificata di KeePassDroid (codice GPL qui)
  2. OI File Manager, è un gestore di file che si integra con KPD/KeePassDroid
  3. Uno smartphone con BlackBerry 10

Come facciamo?

Semplicissimo!

  1. Mettiamo il nostro database di KeePass in una cartella a caso di Dropbox
  2. Apriamo KPD e clicchiamo l'icona "sfoglia cartelle"
  3. Si aprirà OI File Manager
  4. A questo punto, clicchiamo in alto, sull'ìcona della casa, accanto all'icona della scheda SD
  5. Andiamo in ACCOUNTS, poi 1000, e poi SHARED
  6. All'interno ci sarà la nostra cartella di Dropbox: l'integrazione nativa con il sistema operativo scaricherà il file su richiesta, apportando eventuali modifiche, se necessario.
  7. Se volete avere l'accesso offline al file, vi basterà aprire il file manager di BlackBerry, selezionare il file di Dropbox, tenerlo a premuto a lungo e "stellarlo": in questo modo sarà sincronizzato automaticamente, via Wi-Fi o anche via 3G, se glielo avete detto.

Mi sto abituando a Metro

Avevo detto che l'interfaccia di Windows 8 e di Windows Phone mi faceva schifo, però mi ci sto abituando e mi sta piacendo, al punto che ho installato un launcher in stile per Android.

Launcher8 è eccezionale, gratuito, e si integra a perfezione con Android, i live wallpaper e i widget, mi pare molto più intuitivo. Contiene già le icone in stile e si può personalizzare in tutti gli aspetti:

 

C'è crisi?

Rimettendo a posto, ho ritrovato in casa una vecchia copia de la Repubblica.

Samsung i600È risalente al 2005, 3 anni prima della commercializzazione in Italia dell’iPhone. Smartphone da 599 euro esistevano già, ma erano grezzi come il mio vecchio Samsung i600 .

“GPS integrato”, dice la foto, ma non c’era nessuna applicazione decente per usarlo - anche il grezzissimo Google Maps per Windows Mobile 6 diceva “impossibile trovare la posizione”. Per il resto, era complicato da usare, non intuitivo, e il suo browser, “Internet Explorer 6 Mobile”, non era altro che un adattamento veloce del motore di Internet Explorer 4, rendendo impossibile la navigazione su qualsiasi sito. Per “navigare” (=accedere a siti internet in caso di emergenza), avevo trovato la soluzione in un “accrocchio instabile” composto da un emulatore Java non ufficiale e una copia di Opera Mini per telefoni normali.
Assolutamente non alla portata di tutti. Ecco perché quella ragazza, che probabilmente l’aveva comprato col semplice principio “se costa di più, vuol dire che è migliore degli altri”, me l’aveva venduto a un terzo del prezzo originale, dopo solo tre mesi d’utilizzo.

L’utilizzatore medio di un cellulare non andava su Internet, non scaricava app, non condivideva foto su Facebook, non guardava YouTube. Un cellulare semplice, che fa foto, manda messaggi e telefona era più che sufficiente, quindi.

Ma torniamo all’articolo de la Repubblica. A tutta pagina viene evidenziato il problema dell’inflazione e della crisi dei consumi: tutti i prezzi sono saliti alle stelle: la benzina, il gas, l’acqua, la corrente, il cibo, ed è un bel problema sociale: gli stipendi non bastano. Beh, se non fosse stato per la data, 13 agosto 2005, avrei pensato che l’articolo fosse attuale.

L’articolo diceva che tutti i prezzi sono aumentati, escluso i prezzi dei cellulari, che hanno subìto un calo di oltre il 20%, grazie alla concorrenza dei terminali della Tre, venduti con il blocco SIM ad un prezzo decisamente inferiore. Il 50% dei cellulari venduti costava meno di 100 euro, e il 20% dei cellulari costava meno di 69 euro.
La situazione è ancora la stessa? Sono passati sette anni, ma secondo me il prezzo medio dei cellulari venduti non è più inferiore a 100 euro. Non riesco nemmeno ad immaginarmi un telefono decente che costi meno di 200 euro.
Ci lamentiamo dei costi della vita attuale, ma non ci facciamo problemi a comprare telefoni da 400-500 euro. Ci servono veramente?

Sfortunatamente, si. Non riuscirei più ad andare avanti con un telefono “base”, piccolo e sconnesso da Internet.

 

Pagina 1 di 4 1 2 3 4 > >>


Statistiche

  • Interventi (357)