Dandandin.net - English   Dandandin.it - Japanese

Come hackare un account TIM in pochi minuti

La scorsa settimana ho comprato un telefono, con in regalo una sim della TIM, con una promozione per andare su internet in vacanza. Nella scatola nessun foglio di istruzioni, e le informazioni su Internet erano contrastanti. Quindi ho deciso di registrarmi sul 119.it per vedere per bene come stavano le cose. Il 119.it è qualcosa che lascia la bocca aperta per come è progettato male. Ho provato invano la registrazione al sito per giorni e giorni, per poi capire che finché non si fa una telefonata a pagamento, non è possibile registrarsi al sito. Ovviamente, questo non c’è scritto da nessuna parte, l’ho letto cercando su Google, evidentemente alla Tim pensavano che tutti lo sapessero per conoscenza innata. Alla fine però, dopo aver fatto la mia prima, inutile, telefonata a pagamento, sono riuscito a registrarmi, ho scritto una bella password sicura e ho premuto invio. Errore, la password deve contenere SOLO NUMERI e lunga ESATTAMENTE 8 caratteri!

Ma stiamo scherzando?? Alla Tim lo sanno che cos’è il bruteforce? Quando un hacker sa che una password è lunga 8 caratteri numerici, sa già che in poche ore può compiere con successo un bel bruteforce… Forse non conoscono Brutus?

Ma non è tutto! Per “maggiore sicurezza”, sono bandite tutte le combinazioni “facili” (11111111, 22222222, ecc…). Allora, quale sarà l’unico numero di 8 cifre che una persona media si ricorderà facilmente?

Facciamo un esempio sul nostro Odoroki-san, che ha appena comprato una SIM TIM con il numero 339-1234567, va a registrarsi sul sito per sapere le condizioni della sua tariffa (cosa che comunque non è possibile…). Il nostro amico va a scegliere una password… cavoli non è possibile usare il numero di cellulare (troppo corto o troppo lungo), e allora va a finire che l’unica combinazione ricordabile è… una data!

Odoroki è nato il 15/10/1990, quindi gli risulterà naturale scegliere come password 15101990. 8 cifre, “difficile”, perfetto!

L'username poi, di default, è il numero telefonico stesso, che tutti conoscono!

Quando le cose sono progettate male, non c’è niente da fare.

La baia svenduta alle major! La fine di un mito

E così, dopo la prematura scomparsa del re del pop, scompare anche il tracker bittorrent di riferimento per tutta la rete! 

Se c'era un posto dove trovare facilmente qualche file illegale da scaricare in quattro e quattr'otto, era sicuramente la baia!

Ed ora, probabilmente per pagare la megamulta milionaria di aprile, la baia è stata affidata a una società che si preoccuperà di "riconoscere agli artisti un giusto compenso"

E come faranno a "riconoscere agli artisti un giusto compenso"? Dandogli una percentuale degli incassi pubblicitari?

E magari, pagheranno gli utenti per condividere i file, secondo downloadblog!

E anche se per assurdo daranno 20 centesimi per mp3 scaricato, cosa faranno se uno si scarica una discografia completa, magari di Michael Jackson?

E se uno si scarica un software da 5000 euro, come autocad (sebbene autocad abbia talmente tanti bug da non meritarsi nemmeno 10 euro), cosa faranno? Una software house avida come autodesk si accontenterà di due spiccioli? Come se tutti scaricassero solo mp3!!!

Senza contare che the pirate bay era il simbolo della lotta al copyright... decine di avvocati si sono mobilitati gratuitamente per difenderla, anche quando l'anno scorso fu bloccata in Italia, ed ora è al soldo delle multinazionali! 

Totalmente assurdo!

Comunque, The Pirate Bay, morirà tra circa un mese, quando la multinazionale GGF, il più grande network di Internet cafè, ne assumerà il controllo. Per "riconoscere agli artisti un giusto compenso", ci vogliono accordi con le major discografiche, le quali esigeranno la rimozione completa di tutto il materiale illegale. A tal punto ci sarà una fuga totale di utenti (a grande richiesta, sta per essere inserito un modulo per cancellarsi dal sito), e TPB scomparirà, come Napster e Kazaa... 

Doretta è morta?

Molti di voi conosceranno Doretta, la ricercatrice quasi perfetta, vero?

Per chi non la conoscesse, è un bot automatico creato dalla Microsoft, che chatta su MSN; basta aggiungere [email protected] ai propri contatti msn, e un algoritmo (non) intelligente, dopo qualche riga di chattata, vi aiuterà a fare un ricerca su Live Search.

Ma... dal primo gennaio, Live Search è stato sostituito dall'(orribile) Bing... chissà come l'ha presa doretta?

Sul suo blog, non c'è nessuna notizia recente, ma non è possibile più contattarla su MSN... ho provato più volte da molteplici account, senza fortuna.

Che (finalmente) la Microsoft abbia staccato la spina?

Per chi volesse avere qualche esempio sulle favolose capacità di conversazione di doretta, può leggere un po' su Nonciclopedia

 

Aggiornamento: sul suo (finto) blog, Doretta ha comunicato di non essere più funzionante per colpa di un "importante aggiornamento". In poche parole devono cambiare la sua programmazione per farla funzionare con Bing invece che con Live Search

Google SearchWiki abilitato anche per la versione italiana!

Finalmente, dopo cinque mesi di sperimentazione solo sulla versione americana di Google, è finalmente disponibile anche per noi Italiani, SearchWiki.

Con questa funzione, dopo essere entrati nel proprio account di Google, è possibile raffinare la ricerca eliminando i risultati "fasulli", o aumentando di posizione i risultati "buoni"

Molto utile contro quei finti siti dove non si trova mai niente di buono

searchwiki

Ovviamente, tutte le votazioni, rimangono private e non vengono prese in considerazione da Google. Qualche "black-hat SEO" (ovvero: un maniaco di posizionamento su google), potrebbe abusare del sistema per promuovere il proprio sito

Vedere la TV su internet in streaming con TV Live Player... è vero?

Da molto tempo, moltissimi siti internet che usano Adsense sono inondati di pubblicità di TV Live Player. Mi sono incuriosito: sarà realmente possibile vedere la TV su Internet con questo programma? Ho cercato su Google, ma sono apparsi solo finte recensioni su finti blog, scritte solo allo scopo di guadagnare soldi con le affiliazioni (ovvero: chi ha scritto la falsa recensione, prende tot centesimi per ogni visitatore che clicca e scarica il programma)

Possibile che nessuno su Internet tessa una lode veritiera sul tanto rinomato Live Player?

L'ho scaricato e l'ho installato in Virtual PC... ecco i canali disponibili:

canali di live player

Che truffa! Praticamente non si può vedere nulla di decente!

La domanda sorge spontanea: se questo programma è gratis, come mai i suoi programmatori spendono migliaia di euro in pubblicità???

Semplicissimo: grazie all'inclusione di Favorit! Favorit è un programma che sta costantemente in memoria, e ti apre un pop-up pubblicitario ad ogni ricerca su Google. Disinstallando Live Player, Favorit rimane installato, ecco il loro vero obiettivo! La stragrande maggioranza degli utenti, rimuoverà Live Player (perché è un programma inutile), ma non toglierà l'adware con cui esso è distribuito!

Eppure alcune false recensioni dicevano: Inoltre lo streaming funziona perfettamente senza pause né tagli e Live-Player é sicuro perché é stato testato abbondantemente contro spyware e virus.

Forse è stato testato contro lo spyware di aziende concorrenti? Di sicuro, non contro quello installato obbligatoriamente

Per rimuovere Favorit, si deve toglierlo manualmente dal menu di disinstallazione applicazioni:

Favorit

Sta per chiudere Geocities...

In sordina, comunicato da techcrunch, un'altro pezzo di storia internet se ne sta per andare per sempre...

Comprata per 2.87 miliardi di dollari nel 1999 da Yahoo, proprio durante il boom delle dot-com, era uno dei primi siti di hosting gratuiti nella storia di internet.

Un po' come l'italiano digilander, questi siti erano molto in voga negli anni '90. Niente PHP, ASP, script; 15 mb di spazio e solo pagine statiche create per lo più con Frontpage... ah, che nostalgia!

Gradualmente, hanno sempre più cercato di monetizzare, inserendo pubblicità obbligatorie e invasive; nel 1997 era il quinto sito più popolare nel mondo, adesso è solo il 150esimo (fonte) Dal grafico di alexa si può anche vedere che la sua posizione in popolarità è scesa da 60esimo a 150esimo in un anno.

Tale tracollo era inevitabile: con la stessa offerta del 1994, ovvero niente PHP, ASP (non erano stati ancora inventati - PHP è del 1995; ASP è del 1998 ), solo 15 mb di spazio, che magari all'epoca erano un'enormità, e pagine alluvionate di pubblicità forzata... chi è il pazzo che si iscrive?

Comunque, secondo stimator.com, geocities vale 231 milioni di dollari... mica male, no?

Sulla wayback machine si può vedere come appariva nel 1996

Condannati gli admin di The Pirate Bay!

Sono stati condannati a 1 anno di carcere e 905mila dollari di multa a testa, Carl Lundström, Peter Sunde, Gottfrid Svartholm, Fredrik Neij.

Per ora il sito non sarà chiuso, e gli imputati hanno già affermato che faranno ricorso.

La decisione del giudice era stata rivelata 2 ore prima del verdetto da una "fonte anonima".

Peter Sunde ha affermato: "Che strano, prima erano i film a uscire prima della data ufficiale, adesso anche i verdetti"

La nuova legge antipirateria in Svezia aumenta il download di musica legale del 100%

Con la nuova legge antipirateria in Svezia, il traffico Internet era drasticamente sceso del 33% in un giorno.

Dopo due settimane, il traffico è sempre basso, non dà segni di rialzo:

grafico

Sorprendente, molti pensavano che avesse un effetto limitato nel tempo

Secondo il più grosso distributore di musica legale in svezia (dopo iTunes Store), il download di musica legale è aumentato del 100%!!

Quasi incredibile che gli Svedesi siano diventati così diligenti in un giorno solo

Metodo geniale per sapere se si è infettati da Conficker

Anche se la tanto temuta super-infezione del primo d'aprile, non è stata molto massiccia, il virus Conficker continua a mietere vittime.

Conficker è un virus che si installa da solo se non si è installato la patch MS08-067, sapere se si è infettati è un po' difficile, perché il virus prova in tutti i modi a nascondersi.

Per fortuna, quelli del Conficker Working Group, hanno trovato un sistema geniale e semplicissimo per sapere se si è stati infettati.

Infatti, il virus blocca tutte le connessioni verso i siti internet delle società antivirus. Andando a questa pagina, possiamo vedere una tabella, che contiene immagini ospitate su siti "generici", e siti ospitati da società antivirus:

  • Se vediamo tutte e sei le immagini: non siamo stati infettati
  • Se non vediamo le prime tre immagini: abbiamo Conficker C (o versione successiva)
  • Se non vediamo i loghi di F-secure e Trend-micro: abbiamo Conficker A o B
  • Se non vediamo nulla.... il browser è impostato per non visualizzare le immagini

La nuova legge antipirateria in Svezia riduce il traffico del 33%

La nuova legge antipirateria in Svezia riduce il traffico del 33%! Appena entrata in vigore il primo di aprile, ha causato un calo del 33% in tutto il traffico internet di Stoccolma. Questa nuova legge permette alle major e ai loro scagnozzi di ottenere i dati personali dei "pirati" in modo più facile. I poveri svedesi si sono fatti intimorire, ecco il grafico dell'utilizzo di banda svedese, settimanale:

grafico settimanale

e quello mensile:

grafico mensile

Un vistoso calo del traffico! Ovviamente gli Svedesi non hanno smesso di sharare; secondo le statistiche di The Pirate Bay, almeno il 5% della popolazione svedese ha usato BitTorrent nelle ultime 24 ore! Molti di loro hanno optato per servizi di anonimizzazione su VPN, che stanno avendo un successo sopra le aspettative.

Pagina 7 di 8 << < 1 2 3 4 5 6 7 8 > >>


Statistiche

  • Interventi (357)