dandandin.it

 

Interventi nella Categoria: Storie

Come farsi rubare il telefono stando comodamente seduti a casa

(e magari nel frattempo farsi svuotare il conto)

La scorsa settimana mi hanno regalato un altro BlackBerry Z10. Avendone già uno, ho deciso di venderlo. Su ebay non ho avuto buone esperienze di recente, poi non mi va giù il fatto che alla fine loro si intaschino una bella percentuale, quindi l'ho messo su Subito.it e su ebay annunci.

Solo sette minuti dopo mi arriva un messaggio! Emozionato, lo apro subito:

Proviene da "g.....a.g.....n.....e...r....[email protected]" (uhm... che indirizzo poco sospetto: su gmail i punti vengono ignorati, è stato fatto apposta per fare in modo che l'indirizzo non sia trovabile su Google, il vero indirizzo è [email protected]) e dice "Mi interessa l'annuncio, è ancora valido?"

Rispondo da un account di posta farlocco: "Certo che l'annuncio è ancora valido, è stato pubblicato meno di 10 minuti fa"

Ed ottengo subito una risposta (da una mail diversa, [email protected]) che mi spiega che il tizio è italiano, ma per lavoro si trova ad Abidjan, ed è talmente interessato al mio Z10 da essere disposto a pagare ben 100 euro in più al prezzo da me chiesto, purché io lo spedisca subito con le POSTE ITALIANE.

Qua capisco subito che il tizio non è affatto italiano, altrimenti non mi avrebbe MAI chiesto di spedire una cosa così costosa in un paese così lontano usando le POSTE ITALIANE! wink

Comunque, rispondo "certo, invia i soldi a questa email, e ti spedisco il telefono in giornata"

Pochi secondi dopo mi arriva una mail phishing proveniente da [email protected] (c'è crisi, PayPal non può permettersi una mail professionale, deve usare yahoo mail) che mi avvisa in italiano super sgrammaticato che sono arrivati i soldi sul mio conto! Devo solo cliccare e inserire la mia password di PayPal per accettare il pagamento. wink

Fico, in questo modo il truffatore non solo si prenderebbe il mio telefono gratis, ma con la mia password di PayPal potrebbe anche fare shopping a mie spese!

Clicco il falso link nella falsa mail e mi ritrovo su un falso sito dove, inserendo la mia falsa email con una falsa password tipo "ohnocisonocascato", vedo che il falso pagamento è stato accreditato sul mio falso account, wow!

Rispondo "wow, che pagamento veloce! Te lo spedisco subito con le poste italiane, arriverà sicuramente in breve tempo"

Non capendo l'ironia, mi risponde "Grazie! Spediscilo a:

Nome: CHANTAL  KOUAKOU
Indirizzo: COCODY RUE DES PRINCES LOTTO:748
Indirizzo postale:12 BP 2479
CITTA ': ABIDJAN
PAESE: Costa d'Avorio
TEL: +225 66751492

Rispondo: Aspettalo con impazienza, arriverà

Ps: qualcuno è interessato a un BlackBerry Z10 Nero, nuovo e sigillato?

Alice e Kev

Rimettendo a posto i miei segnalibri, ho trovato questo blog del 2009: Alice e Kev. Storia vecchia, direte, ma è comunque interessante.

L'autore, infatti, ha creato una famiglia di senzatetto in The Sims 3, gli ha tolto tutti i soldi e li ha fatti vivere in un giardino, lasciandoli liberi di agire secondo la loro personalità digitale e scrivendo un diario delle loro avventure autonome.

Alice è una ragazzina generosa, ma timida e senza stima di sé stessa, mentre suo padre Kev è uno psicopatico antisociale che odia i bambini. Senza lavoro, senza casa e senza soldi avranno molti guai da passare...

Il blog è in inglese, ma è molto interessante seguire le evoluzioni della storia.

Il costo di una molla

Per lavoro ho comprato una stampante Xerox Phaser, e non è malaccio. Tale stampante, ha un kit opzionale che permette di usare il cartoncino pesante. Ganzo, dico, e lo ordino. Apro la scatola, che è un normalissimo box da dvd ed il contenuto è questo:

Il kit consiste in una banale molla da 1 euro??????

Prima di dirvi quanto questa banale molla mi sia costata, facciamo un sondaggio:

Dopo aver risposto al sondaggio, andate a vedere il prezzo sul listino Xerox ufficiale.

Migrazione a Springpad

Dopo la chiusura forzata di Google Notebook, sono stato obbligato a trovare un'alternativa decente che funzionasse anche sul cellulare.
Ho trovato Catch Notes (che prima era conosciuto come Snaptic e prima ancora come 3banana) ma ha il vizio irritante di sconnettere la sessione ogni volta che viene usato su un'altro computer: pessimo, ho bisogno di accederci da 3 computer, e quindi è tutto un login.
Ho quindi provato Evernote ma ha due difetti intollerabili:

  • Se non paghi 45 dollari l'anno non puoi accedere alle note senza essere connesso a internet
  • L'applicazione per Android è immensa, non ottimizzata, e anche se supporta App2sd, consuma un'esagerazione di spazio: non ne ho abbastanza per installarla

In una conferenza con Giovanni Re, ho notato che sul suo computer aveva affiancato Springpad ad Evernote. Tornato a casa sono rimasto incuriosito e mi sono iscritto.

All'inizio non mi sono trovato per niente bene, sembrava tutto così poco intuitivo... poi ho installato l'applicazione per il cellulare, ho iniziato a prenderci la mano, e devo dire che sono rimasto estremamente soddisfatto!

Come trasferire anni e anni di note di Google Notebook su Springpad? Farlo a mano è estremamente noioso...

Usando il convertitore automatico! (Versione per Evernote)

In pochi minuti migrerà tutte le note, anche se i caratteri giapponesi saranno sostituiti da punti interrogativi... peccato, quindi non è un processo completamente automatico...

Hai visto lo schiaccianoci?

 Tsk! Lo schiaccianoci è da perdenti, ti faccio vedere io come si aprono le noci...

Furbo come una falena

L'altro giorno stavo usando una lampada a gas. La temperatura dell'aria era abbastanza fredda ed io, senza guanti, ero un po' a disagio. Ho notato quindi che la lampada a gas emetteva un gradevole tepore, quindi ho iniziato a tenere le mani vicino al vetro.
Più vicino.
Più vicino.
Rigiro la mano per riscaldare anche il dorso...
TAC! Ecco il risultato!

Venerdì 8 è il nuovo Venerdì 13

Di solito si dice che venerdì 13 porti sfortuna.

Dopo quello che mi è successo venerdì scorso, penso che sia l'8

La giornata è iniziata bene, a lavoro ho notato che nel corridoio c'era un barattolo di vernice acrilica nera: se fosse caduto per terra sarebbe stato un disastro! Quindi ho chiamato un collega e ho detto di portarlo via, l'ha preso in mano, ma, mentre andava via, è inciampato! Immaginatevi quasi mezzo litro di vernice acrilica nera sul pavimento! Per fortuna che era stata annacquata con un qualche solvente, quindi non è seccata subito. Con tanto olio di gomito alla fine siamo riusciti a pulire il pavimento, ma gli oggetti plastici e i vestiti sono rimasti macchiati irreparabilmente... vabbé...

Poche ore dopo, mi siedo al computer, premo il menu start e si blocca il sistema. Riavvio: uguale. Ri-riavvio: uguale. Dannazione!

La causa va ricercata 2-3 mesi addietro. Entrando dentro amazon.it , mi viene richiesta in inglese una miriade di informazioni personali. "C'è qualcosa che non va!", ho subito pensato. Ed ho pensato bene. È inusuale che il mio computer venga infettato da un virus, in quanto di solito provo tutte le cose inaffidabili in macchine virtuali. Probabilmente devo aver preso un virus incorporato in un file pdf (oddio quanti bug ha acrobat reader!). E non un virus comune, ma il famoso zeus, un trojan molto costoso che un'organizzazione criminale russa crea su misura ai ladri di identità. Per un importo che parte da circa 5000 euro per la versione base, un ladro di identità può intercettare tutte le connessioni che avvengono verso siti bancari. Essendo il creato su misura, non è rintracciabile dagli antivirus: infatti il 58% degli infetti ha un antivirus regolarmente aggiornato che crea un falso senso di sicurezza.

Comunque sia, avevo già previsto di rimpiazzare il computer, e avevo ordinato lunedì scorso nuovi componenti per aggiornare il computer (Dato che devo formattare, tanto vale cambiare anche scheda madre e processore, no? )

Prendo il cacciavite e lo inizio a montare. Dopo aver montato il processore sulla scheda madre, mi viene in mente che potrei usare un altro case (scatola) per assemblare il computer, invece di rimpiazzarlo, così potrei trasferire qualche file più facilmente. Ma non l'avevo previsto in fase di ordine... quindi cerco un case in magazzino, e lo trovo, usato, ma sembra molto bellino. Monto tutto, tutti i cavi dentro, con le fascette, lo collego, premo il pulsante e.....

...non succede niente...

"Ah già, mi son dimenticato di dirti che l'alimentatore di quel case è rotto", mi dice il collega.

Ma va..............oooooooooooo

Quindi, rismonto tutto, smonto il vecchio, e rimonto lì dentro. Funziona! Metto il cd di Windows e... Error: bootable media not found (non trovo un disco di avvio"

Ma come? Per farla breve, il lettore dvd tolto dalla confezione originale poche ore prima s'era già rotto, e non leggeva il disco.

Perfetto, per fortuna che ne avevo comprati due! Scambio i lettori, ed inizio l'installazione di Windows 7. Muovo il cursore per premere Installa, ma non si muove! Guardo il mouse per bene: la luce rossa è spenta! Che sia rotto?? Va bene che è un mouse da 4 euro, ma che si rompa subito non è credibile... e invece è proprio rotto: non funziona su nessun computer! Prendo il mouse dal vecchio Apple G3 che ormai non usa più nessuno: un pulsante solo è sempre meglio di zero

Perfetto, sono le 8 di sera, posso mangiare un panino e poi, dopo aver installato i programmi, iniziare a lavorare

Morale della favola: sono tornato a casa alle 3 di notte


Statistiche

  • Interventi (357)


https://old.dandandin.it/Blog/ViewCategory.aspx?cat=43&mid=2&pageid=1